L’evento è…

Onice Eventi | allestimenti eventi

L’evento è…

 

È sempre una questione di progetto, parola di architetto! Ogni evento è una nuova avventura che coinvolge non solo competenze tecniche ma anche creative, organizzative e gestionali. Sono tanti i fattori che intervengono e per evitare inutili sovrapposizioni di cose, minimizzare gli imprevisti ed ottimizzare le risorse la cosa da fare è una sola: progettare il progetto. Sembra un gioco di parole eppure fasi di lavoro, flusso di persone, logistica delle forniture, creatività degli allestimenti, … richiedono la definizione di un progetto che metta a sistema ogni dettaglio.

Ogni progetto ha una struttura circolare perché l’inizio coincide con la fine, ovvero i risultati devono coincidere con le aspettative! Un progetto si dice efficace quando riesce a raggiungere gli obiettivi previsti indipendentemente dalla quantità di risorse impiegate. Se il raggiungimento degli obiettivi è legato alla migliore combinazione e utilizzo di risorse, in termini di rapporti mezzi/fini e costi/benefici, il progetto si dice efficiente perché ottiene il massimo risultato col minimo sforzo. Io punto sempre ad ottenere progetti efficaci ed efficienti, questo è il mio focus di lavoro.

Un sogno è solo un sogno.
Un obiettivo è un sogno con un progetto e una scadenza
_Harvey B. Mackay

Il ruolo di un architetto nel mondo degli eventi è piuttosto vario e… variegato, un po’ come il gelato! Nel senso che il lavoro dell’architetto è composto da “tanti ingredienti”: TECNICA per progettare gli allestimenti a norma di regole e vincoli vari, CREATIVITÀ per risolvere ogni tipo di problema possa presentarsi durante l’evento, FLESSIBILITÀ per adattarsi a situazioni sempre nuove, ESTETICA per valorizzare il contesto e lo scenario in cui l’evento si svolge, DIPLOMAZIA per interfacciarsi con tutti senza litigare con nessuno, PSICOLOGIA per leggere ed interpretare gli atteggiamenti dei clienti anticipando le loro richieste, PASSIONE per lavorare con dedizione e realizzare un incredibile ricordo futuro.

Onice archelico event planner skills

Il metodo di lavoro e le diverse fasi attraverso cui si passerà per la realizzazione dell’evento sono:

1° step: briefing
ovvero il primo incontro in cui raccolgo tutte le informazioni e le direttive del progetto: carattere, stile, numeri invitati, tipologia ospite, must del progetto, tempistiche, budget da rispettare. In questa prima fase è fondamentale che siano presenti tutte le persone con “potere decisionale” in modo da avere subito una panoramica generale delle richieste su cui lavorare

2° step: concept
partendo dai dati generali raccolti in fase di briefing, preparerò una presentazione che illustri le prime idee di progetto che ancora in bozza, saranno sia anteprima del potenziale da sviluppare sia base su cui costruire un piano costi generali, utile per valure il budget di spesa

3° step: planning
dopo aver approvato il mood delineato nel concept inizia la fase di pianificazione delle azioni (to-do list) in relazioni ai tempi da rispettare per arrivare a scadenza. Nel planning ci sarà indicazione anche di tutti gli attori che inteverranno nel progetto (fornitori, consulenti esterni, sponsor, partners, …)

4° step: direzione artistica e design
è la questa la fase in cui vengono declinati tutti i dettagli del progetto. Svilupperò una presentazione con racchiuderà planimetrie, schizzi, schemi colore, schede forniture per definire negli elementi minimi i vari scenari che accoglieranno l’evento

5° step: coordinamento e direzione lavori
il giorno dell’evento dirigerò e coordinerò le diverse forniture coinvolte per l’esecuzione di specifiche opere, seguirò tutti gli allestimenti e sarò attento vigile che tutto sia realizzato così come approvato nel progetto

6° step: post evento
la mia consulenza non si esaurisce con il giorno dell’evento, ma offro supporto nella chiusura budget, nella gestione fornitori, nella realizzazione di eventuali book post evento

// per informazioni o per richiedere un preventivo: link



error: Content is protected !!